Nessuna solitudine è più vera dell’azzurro dopo ogni spavento

di Giuseppe Goffredo
Poiesis Editrice, 2015

sabato 28 maggio, ore 21.20
Ex Convento Santa Maria della Scala

Trovare la strada e non so come. Trovare la strada e so come. Trovare la strada che ci appartiene. Trovarla in mezzo a un cumulo di difficoltà. Sapere ch’è necessaria. Sapere che non possiamo tirarci indietro. Sapere: perché qualcuno con il suo agire e le sue parole in un momento come questo può sbarrarci il passo. E non vale rimandare le cose a un Dio. Perché Iddio non ha voluto in suo nome ciò che gli uomini gli attribuiscono. E, per ciò, sono gli uomini che devono ritrovare la loro strada. Perché da tempo hanno smarrito la direzione accettando l’idea che tutto era possibile fare e non pagare per l’ingiustizia e l’egoismo della loro azione. Comprendere che se il sangue, l’orrore, l’odio e il conflitto sono i padroni del mondo, non ad Altro è possibile attribuire la colpa se non a noi stessi che abbiamo accettato che tutto ci potesse sfuggire di mano, e man mano non abbiamo saputo riparare le crepe e i vuoti che sulla strada si sono aperti.


L’autore

Giuseppe Goffredo è poeta, scrittore, saggista, si è occupato per la prima volta in Italia dagli anni Ottanta del tema “Italia-Mediterraneo-Europa”. Ha fondato il Laboratorio Progetto Poiesis organizzando il festival Poesia In Chiostro (1983.1993), ed in seguito i Seminari di Marzo dal 1995 a oggi. È direttore della rivista da Qui letteratura arte e società fra le Regioni e le Culture mediterranee, e dal 2007 è direttore editoriale della Poiesis Editrice che pubblica saggistica, narrativa e poesia stabilendo un ponte fra le rive del Mediterraneo e dell’America Latina.

Per la poesia ha esordito con Poesie di Provincia, 1978. In seguito ha pubblicato: Fra Muri e Sogni, “Nuovi Poeti Italiani n.2” Einaudi,Torino, 1982; Paesaggi di Maggio; “Almanacco dello Specchio n. 13” Milano, Mondadori, Milano, 1989; Elegie Empiriche “Guerini e Associati” Milano, 1992, Argo, 1995, Lecce; Alle Porte di Alessandria poesie 1977-2000, ed. La Mongolfiera, 2003, Cassano Jonico; Contrade Madri di Aprile, Lieto Colle, 2007, Como; Canto e Oblio, Poiesis Editrice, 2010, Alberobello. Ha curato le antologie: Da Qui Piccola antologia dei poeti e della poesia mediterranei, ed. Argo, 1993, Lecce; Poeti Circus. I nuovi poeti italiani intorno ai trent’anni, Poiesis Editrice, 2005 Alberobello. È presente in riviste italiane ed estere come: Pace e Guerra,1982; Poesia, 1988. Linea D’Ombra 1983, 1988,1994; Alfabeta1987; Pagine 1999; Quaderni del Fondo Moravia, 2000, Nuovi Argomenti, 2005,2007, ed altre. È tradotto in francese, tedesco, inglese, turco, macedone.