AMaRA

di Roberta Luongo
Editrice Universosud, 2015

sabato 28 maggio 2016, ore 18.00
Fontana Angioina

AMaRA è un romanzo intimo ma che sa raccontare la storia di un’intera generazione di giovani, che tocca con delicatezza e sensibilità il tema dell’integrazione, come ci dice l’autrice: “Il Signore, sintonizzato sulla cameretta di Roberta Luongo, dava il suo consenso ad un testo che parla di cristiani e musulmani senza stigmatizzarli.”

In breve: È il 1993. Amara ed Angela, protagoniste del romanzo, hanno otto anni e sono come il diavolo e l’acqua santa. La storia si apre in Lucania, a Potenza, sullo sfondo di un paesaggio ancora acerbo e brullo, dove la scuola è l’unica finestra sul mondo. Un mondo che, però, le bambine tendono a figurarsi secondo le esperienze quotidiane di una società arroccata tra le montagne, chiusa ad ogni contatto con il diverso e stretta preferibilmente

intorno alla parrocchia. È in questo scenario che Angela e Amara si incontrano. Un’intesa intellettuale e morbosa si instaura tra le due protagoniste durante l’infanzia e l’adolescenza mantenendosi salda anche nella età adulta nonostante le diverse scelte di vita. L’amicizia, le passioni, gli studi e l’Erasmus sposteranno alternativamente la scena dall’Italia alla Turchia in linea con quell’idea di società globale nella quale, dall’inizio del nuovo millennio, il vecchio continente si è tuffato a capofitto. In questo andirivieni tracciato dalla corrispondenza fra le due, la storia prende pieghe inaspettate che le condurrà a scelte di vita estreme.


L’autrice

Roberta Luongo nasce a Potenza nel 1986. Iscrittasi alla facoltà di Lettere e Filosofia in Basilicata, si specializza in Antropologia culturale ed etnologia presso il polo Bolognese con una tesi sulla credenza religiosa e l’idolatria degli oggetti legati al culto dei santi e delle reliquie. Sta frequentando una scuola di alta specializzazione in Beni Demo Etno Antropologici presso l’Università degli Studi di Perugia. AMaRA è il suo primo romanzo.