Tolkien e l’Italia

di Oronzo Cilli
Il Cerchio, 2016
Storia della letteratura

Grazie a un lavoro di ricerca durato cinque anni, che ha riportato alla luce un gran numero di inediti provenienti da archivi italiani e inglesi, l’autore ricostruisce la storia editoriale delle opere di Tolkien in Italia e il rapporto tra l’autore de Lo Hobbit e del Signore degli Anelli e il nostro Paese. Dai rifiuti di Mondadori nel 1955 e 1962, alla pubblicazione con Astrolabio, dalle testimonianze dirette dei protagonisti italiani, all’adesione decennale di Tolkien alla Oxford Dante Society. Ad impreziosire questo importante studio, vengono pubblicate le pagine inedite in Italia del diario che J. R. R. Tolkien scrisse durante il suo viaggio del 1955.

Nel maggio del 1955 J. R. R. Tolkien, l’Autore de Lo Hobbit e del Signore degli Anelli, assieme alla figlia Priscilla, con in mano le bozze dell’ultimo Libro de Il Signore degli Anelli compì un importante viaggio in Italia, che rimase impresso a fondo nelle sue opere narrative. Dalle acque di Venezia alla spiritualità di San Francesco in Assisi, questo Diario inedito illumina le radici culturali e spirituali di un grande successo letterario e cinematografico.


L’autore

Oronzo Cilli, è membro della Tolkien Society inglese e, per Cafagna Editore, è il direttore della Collana di studi sulla vita e sulle opere di J. R. R. Tolkien, “Il mondo di Tolkien”. Ha curato la seconda edizione italiana de Lo Hobbit annotato (Bompiani, 2004) e pubblicato J. R. R. Tolkien: la prima bibliografia italiana dal 1967 ad oggi (L’Arco e la Corte, 2013) e J. R. R. Tolkien l’esperantista. Prima dell’arrivo di Bilbo Baggins (Cafagna Editore, 2015) in edizione italiana e inglese (2017) con Arden R. Smith e Patrick H. Wynne e la prefazione di John Garth. Quest’ultimo testo, nato da un lavoro di ricerca che gli ha permesso di ritrovare documenti inedito sul rapporto intercorso, negli anni Trenta, tra Tolkien e il movimento esperantista britannico, gli è valso una visibilità internazionale e ampia citazione nel libro di Tolkien, A Secret Vice: Tolkien on Invented Languages (HarperCollins, 2016), curato da Dimitra Fimi e Andrew Higgins. L’ultima sua pubblicazione è Tolkien e l’Italia (Il Cerchio, 2016), una ricostruzione minuziosa della storia editoriale di Tolkien in Italia grazie a documenti inediti ritrovati in archivi italiani e inglesi, a cui si aggiunge la traduzione inedita nel nostro paese, del diario che Tolkien tenne durante il suo viaggio a Venezia e Assisi nell’agosto 1955. Su Academia.edu ha pubblicato “The Educational Value of Esperanto” The word of Tolkien in The British Esperantist, J. R. R. Tolkien, il Linguaphone e l’Italia 1930 – 1950 e Aldo Ricci “Pioniere degli Studi Anglosassoni in Italia”. Considerato tra i più importanti studiosi italiani della vita e le opere di Tolkien, i suoi articoli e studi sono stati tradotti in inglese, francese, portoghese ed esperanto. È considerato il più importante collezionista italiano di libri di e su Tolkien; cura il più seguito blog sul tema, Tolkieniano Collection, ed è il presidente dell’associazione Collezionisti Tolkieniani Italiani.