Grand Tour Lucania

di Teresa Zeppa e Virgilio Iandiorio
Arturo Bascetta, 2018 (due volumi)
Letteratura di viaggio

venerdì 8 giugno 2018, ore 19.40
Piazza Orazio

La traduzione in italiano del resoconto di tre viaggiatori inglesi (Henry Swinburne, Keppel Craven e Edward Lear) che nel XVIII-XIX secolo hanno visitato la regione, in particolare la zona del Vulture. Come vedevano la Basilicata gli stranieri, quello che poteva loro piacere, quello che non poteva piacere. Considerazioni di prima mano, utili oggi per quanti guardano al passato senza retorica.


Gli autori

Teresa Zeppa, dopo gli studi del liceo classico a Benevento, ha conseguito la laurea in lingue straniere, inglese e francese, presso l’Università di Napoli. È docente di ruolo nei licei per l’insegnamento di lingua e letteratura inglese. Nell’istituto di titolarità è responsabile delle attività di orientamento per gli studenti; in particolare cura il settore degli scambi culturali con le scuole dell’UE, ricoprendo incarichi importanti nel progetto europeo eTwinning. Ha contribuito alla pubblicazione nel 2007 del volume “The Tales of Europe”, fiabe delle proprie nazioni raccolte dagli alunni eTwinning. È Socio Onorario della Fondazione “Rachelina Ambrosini” per gli aiuti ai Paesi poveri. È alla sua prima pubblicazione con ABE Napoli.

Virgilio Iandiorio consegue il Diploma di Laurea in lettere classiche nell’anno accademico 1970-71 con la votazione di 110/110 e lode presso l’Università di Napoli; diploma di Perfezionamento per Bibliotecari presso l’Università di Napoli nell’a. a. 1974-75 con la votazione di 70/70. Presta servizio volontario negli anni 1974-75 presso la Sovrintendenza Archivistica della Campania. Pubblica nel 1976 una guida per l’ Ordinamento e riordinamento degli archivi parrocchiali a cura della Diocesi di Avellino. Nell’a. s. 1978-79 è immesso nel ruolo, per l’insegnamento di materie letterarie latino e greco nel Liceo classico. Nell’anno 1987 consegue l’idoneità a Preside nel concorso per titoli ed esami per gli istituti di istruzione secondaria classica scientifica e magistrale. Nell’a.s. 1989-90 viene nominato preside nei licei. Si dedica alla ricerca storica locale, pubblicando articoli e saggi sulla rivista Civiltà Altirpina e su periodici. Collabora da un ventennio alla pagina culturale di quotidiani della provincia. Ha collaborato con l’Istituto Superiore di Scienze Religiose san Giuseppe Moscati di Avellino per l’insegnamento di letteratura e religione. Ha pubblicato recentemente per ABE Napoli la traduzione del De bello neapolitano di Giovanni Pontano; saggi su Eliseo Danza, Nicolò Franco, Roberto Maranta; e alcuni volumi su Benevento.